Ma cosa devi fare per incassare di più nel tuo centro?

Ma cosa devi fare per incassare di più nel tuo centro?

Ma cosa devo fare per incassare di più?

Questa è una delle domande che mi vengono fatte dal 90% delle estetiste che frequentano i nostri corsi dal vivo.

 

Leggi con attenzione questo articolo,   scoprirai 5 importanti strumenti, che applicati con costanza quotidiana, ti faranno ottenere grandissimi miglioramenti.

 

Questi strumenti sono:

  1. Pianificazione finanziaria
  2. Pianificazione fiscale
  3. Buon posizionamento sul mercato
  4. Pianificazione marketing
  5. Dipendenti motivate

 

Oggi ti parlerò del 5°punto le dipendenti motivate.

E tu ti chiederai Perché partiamo dal 5°punto?

Bhe te lo spiego subito.

 

Probabilmente nessuno ti ha detto che esistono due categorie di dipendenti quelli che vogliono il bene del centro e sono le collaboratrici, e poi ci sono quelle che lavorano solo per lo stipendio di fine mese e sono le dipendenti.

 

Non so se nel tuo centro hai dipendenti o collaboratrici, ma quello che so è che se vuoi il bene del tuo centro, se vuoi che il centro incassi di più, la prima azione che devi fare e trasformare le tue dipendenti in collaboratrici, cioè personale il cui obiettivo è: il bene del centro in cui lavora.

 

Chiaramente non tutte le dipendenti sono disposte a fare il salto di qualità, ma, in questo momento storico i centri estetici hanno urgente bisogno di collaboratrici, cioè persone in grado di prendere iniziative, in grado di saper proporre prodotti e trattamenti con professionalità, in grado di sviluppare le clienti, ed in grado di lavorare da mattina a sera con l’obiettivo di aggiungere valore e fatturato al centro in cui lavorano.

 

Oggi, la figura della dipendente pura, cioè la semplice esecutrice di lavori, non è una più una figura tanto ambita dai titolari dei centri, poichè questa non contribuisce minimamente alla  crescita e allo sviluppo del centro.

 

Un centro, composto solo da dipendenti è un centro che nel tempo è destinato a scomparire, perché sarà spazzato via da una concorrenza sempre più agguerrita.

 

A questo punto capisci da sola che  se la dipendente non è disposta a fare il salto di qualità, purtroppo va estromessa dal centro.

 

Sono consapevole che licenziare una persona a cui si è affezionati da anni, non è una scelta facile, ma in alcuni casi è l’unica scelta possibile se vuoi il bene del centro. Ricorda che tutti i problemi che non risolvi nell’immediato, presto si trasformeranno in giganti che non ti farnno dormire di notte.

 

Ma ritorniamo al tema di questo articolo: come faccio a trasformare le dipendenti in collaboratrici e fatturare di più?

 

La 1° strategia in assoluto è selezionare personale che sappia sia lavorare, ma soprattutto che abbia un’eccellente carattere, perché se non ha un buon carattere, anche se sa lavorare bene, prima o poi avrai un problema da risolvere.

 

Per cui quando fai selezione, assicurati di selezionare una candidata solare, loquace, non taciturna, flessibile ai cambiamenti e alle novità, che abbia buone capacità comunicative, entusiasta, appassionata al proprio lavoro, affidabile, e soprattutto che non sia permalosa, la permalosità nel lavoro è fortemente limitante alla crescita del centro.

 

La 2° strategia consiste nell’organizzare riunioni una volta a settimana, organizzate soprattutto per spronare, motivare e Incentivare le dipendenti. Le riunioni vecchio stile fatte solo per evidenziare i problemi e le inefficienze, sono fortemente demotivanti e disgreganti. Per cui se vuoi creare un buon clima, aggregazione, e motivazione nelle tue dipendenti, devi valorizzarle e complimentarti per quanto di buono fanno ogni giorno.

Ricorda che le persone producono risultati in base alla propria motivazione, per cui più riesci a motivarle, più sono motivate e più saranno produttive e collaborative.

 

Se vuoi trasformare le tue dipendenti in collaboratrici spogliati in primis di tutti i pre-concetti nei loro confronti, ed inizia a dargli fiducia, inizia a pensare che sono il tuo bigliettino da visita, la tua vetrina sempre accesa, per cui devi prendertene cura, ma devi sapere una cosa importantissima, loro sono le tue prime clienti.

 

Ricordati sempre che prima di essere tue dipendenti sono persone, e come tali hanno bisogno di sentirsi apprezzate e valorizzate, ed hanno bisogno di conoscere la direzione della barca (il tuo centro) sulla quale stanno navigando.

 

Quando non coinvolgi le dipendenti nelle strategie aziendali, quando per esempio non gli dici quale iniziative hai intenzione di attuare nei prossimi 3 mesi,  non le stai motivando, sarebbe come se un marinaio non sa dove sta andando la barca sulla quale naviga, o non conosce quale sarà il prossimo porto di destinazione, tutto questo disorienta, e soprattutto demotiva il personale.

 

Ti do un piccolo suggerimento: immagina che tra voi ci sia un conto corrente emozionale, ogni volta che le rimproveri, o evidenzi le cose negative stai prelevando da questo c/c, capisci da sola che se continui a prelevare, presto il conto andrà in rosso. Al contrario quando le elogi, quando ti complimenti per ciò che di buono fanno, stai facendo versamenti in questo c/c emozionale. Per cui se vuoi che il suo c/c emozionale sia in attivo devi assicurarti che i versamenti superino i prelievi.

 

 

C’è una legge che si chiama “legge dell’incremento” e funziona così, noi incrementiamo e aumentiamo tutto ciò che elogiamo. Se elogi un bambino per ciò che di buono sta facendo, lui farà ancora di più di quella cosa, la stessa regola vale per noi adulti.  Per cui da oggi elogia le tue dipendenti per tutte le cose buone e belle che fanno, fai versamenti sul loro conto corrente emozionale, non essere avara di elogi e complimenti, vedrai che si sentiranno spronate e motivate a fare meglio in un clima molto più armonioso (Questo vale anche se hai una sola dipendente).

 

Quindi se vuoi aumentare gli incassi del tuo centro concentrati sulle tue dipendenti, valorizzale, complimentati per tutto quello che di buono fanno, coinvolgile sulle strategie aziendali, stabilisci insieme a loro obiettivi di gruppo,  e stabilisci premi al raggiungimento di questi obiettivi.

Vedrai che è non avrai più dipendenti, ma collaboratrici cariche, motivate e orientate a dare risultati al tuo centro.

Sicuramente ti starai chiedendo: ma quando sbagliano come devo dirglielo, o come devo farglielo notare?

 

Quando una dipendente sbaglia è importante che tu riesca a parlare in privato, MAI davanti alle clienti, perché creeresti un danno enorme anche a te stessa.

Le clienti non vogliono essere coinvolte in problemi interni del centro, e oltretutto riprendere una dipendente davanti alla cliente, genera nella cliente stessa una mancanza di fiducia sia nella dipendente, sia in te che gliela avevi affidata.

La cosa migliore da fare è scusarsi con la cliente per l’eventuale errore fatto e rassicurala. Questo ti permetterà, una volta spiegato alla dipendente cosa era meglio fare, di riaffidarle la cliente. Altra cosa da EVITARE rimproverare una dipendente davanti alle altre colleghe. Questo spesso crea più danni che benefici, generando un clima di tensione negativa all’interno del centro.

Ti auguro buon lavoro

Gigi

 

Ho scritto questo articolo per aiutarti a raggiungere risultati migliori, se ti fa piacere scrivi il tuo commento.

 

Non ci sono commenti

Pubblica un commento